Cresce la mobilitazione contro il bullismo
11 febbraio 2019
“Incontro ai diritti”, class-action a tutela dei cittadini
21 marzo 2019

“La segnalazione di illeciti da parte dei dipendenti è uno strumento di tutela per azienda e lavoratore”

 

Lo afferma l’avvocato Fabio Foglia Manzillo, professore di Diritto Penale Università Telematica Pegaso al forum promosso da Manager Italia e AIDP

 

“Le recenti legge che hanno stabilito la tutela del dipendente obbligano gli enti pubblici e le aziende a predisporre procedure e sistemi di tutela del lavoratore che segnala illeciti commessi da altri dipendenti, colleghi o superiori va vista come una conquista di civiltà tanto a tutela del dipendente, tanto a tutela dell’azienda”.

Lo ha detto l’avvocato Fabio Foglia Manzillo, professore di Diritto Penale Università Telematica Pegaso intervenendo al forum “Informazioni e strumenti per aziende e lavoratori” promosso da Manager Italia Campania e dall’Associazione italiana per la direzione del personale.

“La normativa non deve essere considerata come un invito alla delazione né tantomeno a creare un clima di terrore nelle aziende, ma al contrario, deve essere visto come un sistema per agevolare l’organizzazione del lavoro sia a vantaggio dei dipendenti sia a vantaggio dell’efficienza aziendale.

La stessa Cassazione  – ha aggiunto il professor Foglia Manzillo -, infatti, ha stabilito che il dipendente non deve invadere la privacy dei propri colleghi e trasformarsi in un modello per ‘invasion’ in quanto commette reato sia ad esempio se accede alla corrispondenza del proprio collega per rinvenire eventuali illeciti da questo commessi.  Infatti, deve essere tutelata la facoltà del dipendente di segnalare illeciti, ma questi non si deve trasformare in un delatore andando alla ricerca di presunte prove”.

“È evidente che tale innovazione legislativa non è stata bene accolta né dalle aziende né dai dipendenti, in quanto rischia di alterare gli equilibri creatisi nell’ambito delle aziende e degli enti.

Sta invece alla capacità dei dirigenti aziendali e dei rappresentanti dei lavoratori – ha concluso l’avvocato Foglia Manzillo – di trasformare questo strumento apparentemente odioso in uno strumento di migliore Governance dell’ente o dell’azienda, ciò a tutela dia dei cittadini e dei dipendenti, sia della struttura organizzativa stessa”.